Il magazine dedicato a vigilanza & sicurezza

di:  

Guardia giurata: cosa può e non può fare?

Guardia giurata: qual è il suo ruolo e in cosa si differenzia dall’autorità di pubblica sicurezza?

I luoghi di lavoro dove una guardia giurata può lavorare sono diversi, come in un supermercato, presso una banca, in un centro commerciale, proprietà private e pubbliche. In un negozio o centro commerciale, la guardia giurata sicuramente vigilerà affinché non si verifichino furti di indumenti o di oggetti in vendita garantendo, così, un buon livello di sicurezza.

Nello specifico, la legge permette a ciascun cittadino di ricorrere a personale privato per tutelare e sorvegliare i propri beni.

La guardia di sicurezza privata, pertanto, non potrà svolgere funzioni e/o azioni tipiche delle forze dell’ordine. Non potrà, dunque, fermare o arrestare le persone, chiedendo loro i documenti per la relativa identificazione personale.

La guardia giurata che non rappresenta, dunque, un pubblico ufficiale concentrerà la sua attività lavorativa in comportamenti di vigilanza e sorveglianza facendo attenzione che non si verifichino illeciti di nessun tipo. Qualora simili eventi si verificassero non potrà procedere al fermo o all’arresto del trasgressore ma dovrà richiedere l’intervento dell’autorità pubblica.

I casi in cui una guardia giurata potrà intervenire in prima persona, sono legittima difesa e arresto nel solo caso di flagranza di reato per un delitto perseguibile d’ufficio.

La guardia giurata o guardia particolare giurata rientra all’interno della categoria della guardia di sicurezza privata e riceve , in tal senso, una necessaria investitura da parte del Prefetto che a seguito di verifica dell’esistenza di determinati requisiti dispone nei confronti dell’interessato il potere di vigilare sui beni mobili o immobili privati e pubblici.

Una guardia giurata è preposta alla vigilanza di beni mobili ed immobili e i suoi compiti non potranno mai essere parificati all’attività svolta da un poliziotto. Infatti,  nell’esercizio delle funzioni di custodia e vigilanza rivestono la qualità di incaricati di un pubblico servizio (art. 138 TULPS).

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Iscriviti alla newsletter

    La tua email *

    Numero di cellulare

    Nome *

    Cognome *

    *

    *

    Informativa privacy per newsletter Ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (EU) 2016/679, ti informiamo che i tuoi dati personali, da te liberamente conferiti, saranno trattati da 4Business Editore srl, prevalentemente con mezzi informatici... leggi tutto