Il magazine dedicato a vigilanza & sicurezza

di:  

Smart toys: le raccomandazioni del Garante per tutelare i dati personali

Gli smart toys sono in grado di registrare suoni, scattare foto, registrare video e collegarsi al web e ai social network

Gli smart toys rappresentano dei giocattoli capaci di interagire con l’ambiente circostante e di connettersi alla rete e comunicare con tablet, smartphone, computer e altri smart toys.

Gli smart toys sono dunque giochi che se pur capaci di perseguire scopi educativi e di svago, raccolgono, elaborano e comunicano dati personali, soprattutto in riferimento alle informazioni di minori di età. Infatti, per avviare e/o attivare un giocattolo intelligente bisogna dare luogo ad una serie di azioni, quali registrazioni che richiedono la comunicazione di dati personali. In base a ciò, è importante leggere con attenzione l’informativa relativa la trattamento dei dati personali.

Pertanto, il Garante per la Protezione dei Dati Personali consiglia di fornire solo i dati personali strettamente necessari ed utilizzare dei pseudonimi per  la registrazione degli account.  Oltre ciò, visto che possibili hacker potrebbero decidere di entrare all’interno di uno smart toys è opportuno scegliere sempre password sicure e complesse.

Rappresenta una buona abitudine anche spegnere e disconnettere il giocattolo quando non viene usato ed evitare di lasciare i bambini da soli durante l’ utilizzo dello smart toys.

Infine, nel caso in cui il giocattolo sia venduto, gettato via e/o regalato è raccomandabile disattivare eventuali account e cancellare i dati registrati.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Iscriviti alla newsletter

Informativa privacy per newsletter Ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (EU) 2016/679, ti informiamo che i tuoi dati personali, da te liberamente conferiti, saranno trattati da 4Business Editore srl, prevalentemente con mezzi informatici... leggi tutto