Il magazine dedicato a vigilanza & sicurezza

di:  

dispositivi IoT

In aumento del 93% gli attacchi informatici ai dispositivi IoT

Secondo uno studio di Kaspersky, sono 3,6 milioni gli attacchi informatici ai dispositivi IoT nel primo semestre del 2021

Gli attacchi hacker ai dispositivi IoT (Internet of Things) aumentano di pari passo con la diffusione degli stessi. È una delle cause principali dell’aumento esponenziale degli attacchi informatici agli apparecchi smart. 1,5 miliardi di attacchi a livello mondiale nei primi sei mesi del 2021. 3,6 milioni di attacchi, soltanto in Italia, durante lo stesso periodo. È quanto emerso da una ricerca di Kaspersky, che nell’ultimo semestre dell’anno in corso ha monitorato la situazione, anche alla luce di un notevole incremento di smart watch e smart home utilizzati dalle persone. Secondo gli analisti del mercato IoT, infatti, ogni secondo vengono connessi a Internet 127 nuovi dispositivi. E inevitabilmente i criminali informatici hanno spostato la loro attenzione in quest’area.

Per realizzare lo studio, Kaspersky ha appositamente creato degli honeypot, letteralmente “barattoli di miele”. Si tratta di speciali software che imitano un dispositivo reale, ma vulnerabile, funzionando come trappole per attirare gli hacker. Distribuiti pubblicamente su Internet, sono serviti a Kaspersky per tracciare e quantificare gli attacchi indirizzati ai dispositivi IoT. I risultati della ricerca sono allarmanti. La società russa ha rilevato oltre 1,5 miliardi di cyber attack a livello globale nei primi sei mesi del 2021, il doppio rispetto al semestre precedente. Soltanto l’Italia ha registrato 3.650.500 attacchi nei primi sei mesi dell’anno, rispetto a 1.892.200 di attacchi nel secondo semestre del 2020, per una crescita del 93%.

Tra le possibili vittime dei criminali informatici nessuno è escluso. Gli hacker sfruttano la Rete per sottrarre dati personali e sensibili agli utenti, oppure utilizzano gli accessori smart per accedere alle informazioni presenti in altri dispositivi come smartphone e pc. “Abbiamo notato che gli attacchi si sono intensificati con l’aumento dell’interesse degli utenti verso questo tipo di dispositivi” ha commentato Dan Demeter, security expert di Kaspersky. “Le persone credono di non essere abbastanza importanti per cadere vittima di un hacker. Tuttavia, nell’ultimo anno abbiamo potuto osservare un grande aumento degli attacchi verso i dispositivi IoT. La maggior parte di questi attacchi si può prevenire. Ecco perché consigliamo ai possessori di smart home di installare una soluzione di sicurezza affidabile, che li aiuti a proteggersi”.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Iscriviti alla newsletter

Informativa privacy per newsletter Ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (EU) 2016/679, ti informiamo che i tuoi dati personali, da te liberamente conferiti, saranno trattati da STOP SECRET SRL, prevalentemente con mezzi informatici... leggi tutto