Il magazine dedicato alla sicurezza e all'innovazione tecnologica

di:  

DLT

DLT, cosa s’intende per Distributed Ledger Technology?

La Distributed Ledger Technology è un sistema di rete basato su un registro distribuito di cui fa parte anche la tecnologia blockchain. La DLT serve a prevenire il rischio di frodi, tracciare i processi di vendita e evitare le contraffazioni.

Tecnologia DLT: cos’è e come funziona

Per DLT (acronimo di “Distributed Ledger Technology”) s’intende un sistema di rete decentralizzato, basato su un registro geograficamente distribuito in cui tutti i nodi della rete possiedono la stessa copia del database, modificabile in modo indipendente dagli stessi.

A differenza dei Centralized Database (ossia i sistemi centralizzati, tradizionali), in cui tutti i nodi che possiedono una copia del database possono consultarlo, ma devono passare da un ente centrale (oppure più soggetti validatori) per modificarne i dati, nei sistemi di Distributed Ledger le modifiche al registro vengono regolate tramite algoritmi di consenso.

Questi algoritmi permettono di raggiungere il consenso tra le varie versioni del registro, nonostante le stesse vengano aggiornate in maniera indipendente dai partecipanti della rete. Oltre agli algoritmi di consenso, per mantenere la sicurezza e l’immutabilità del registro, le tecnologie Distributed Ledger fanno anche un ampio utilizzo della crittografia.

I sistemi di Distributed Ledger si distinguono in due tipologie: permissioned ledger e unpermissioned ledger. Nel primo caso, la rete è privata e per accedervi è necessario registrarsi e essere autorizzati da un ente centrale o dalla rete stessa. Questo modello è preferito generalmente da istituzioni e grandi imprese, poiché consente un maggiore controllo. Nel secondo caso, invece, si tratta invece di reti pubbliche e libere, in cui chiunque può accedere senza previa autorizzazione.

La tecnologia DLT può essere applicata in diversi ambiti, come prevenire il rischio di frodi, tracciare i processi di vendita e contrastare i sistemi di contraffazione.

Differenze tra Distributed Ledger e Blockchain

In qualità di sistemi di rete, le tecnologie Blockchain fanno parte della più ampia famiglia delle soluzioni Distributed Ledger a cui aggiungono alcune funzionalità tipiche, come trasferimenti e asset, che non necessariamente si trovano nei sistemi DLT.

Nella tecnologia Blockchain il registro è strutturato come una catena di blocchi contenenti più transazioni. I blocchi sono concatenati tra loro tramite crittografia (come ad esempio nelle piattaforme Bitcoin o Ethereum). Inoltre, esistono alcune sistemi in cui il registro è formato da Tangle, dove le transazioni vengono processate in parallelo (come ad esempio IOTA) o altri casi ancora in cui il registro è formato da una catena di transazioni (come ad esempio Ripple).

La tecnologia Blockchain offre il grande vantaggio di eliminare i ruoli di intermediazione all’interno della filiera dei processi finanziari e commerciali. Grazie a questo sistema, le transazioni sono più rapide, flessibili e meno costose. Infine, un’altra caratteristica dei sistemi Blockchain è il fatto che esiste un asset univoco da trasferire che può essere una criptovaluta o un token, controllabile in modo diretto dall’utente.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Iscriviti alla newsletter

    La tua email *

    Numero di cellulare

    Nome *

    Cognome *

    *

    *