Il magazine dedicato a vigilanza & sicurezza

di:  

cyber security riscatto

Come proteggersi dal phishing?

Il phishing rappresenta una truffa online per sottrarre informazioni personali al destinatario

Il phishing rientra sicuramente tra le truffe di tipo telematiche che hanno come obiettivo principale rubare i dati personali dei destinatari.

L’utente viene psicologicamente ingannato e indotto a comunicare e/o digitare informazioni personali, come nel caso di credenziali bancarie, postali, codice fiscale e/o documento d’identità.

Lo strumento più utilizzato dai malintenzionati è senza dubbio, l’e-mail. Si presenta tramite un messaggio di posta elettronica serio e affidabile per mezzo del quale ci avvisano di un problema riguardante il nostro account e ci invitano a cliccare un apposito  link, aggiunto appositamente all’interno del testo del messaggio. Lo stesso link ci indirizza ad un sito non veritiero e capace di rubare i nostri dati.

L’e-mail riproduce, pedissequamente, tutte le informazioni dell’istituto o dell’ente menzionato, in modo da indurre il destinatario ad inserire con molta o con più facilità i propri dati, senza, dunque, rendersi conto di essere vittima di una truffa online.

Una volta raggiunto il sito fittizio è possibile che il nostro smartphone o il nostro computer possa essere infettato da un virus volto a bloccare il funzionamento del nostro pc.

 Uno dei modi per difendersi dal phishing sarà gestire con cura le nostre informazioni personali. Diffonderle il meno possibile e fare attenzione all’inserimento degli stessi tramite mail.

Generalmente, le e-mail di phishing si presentano al destinatario con un tono accentuato e di urgenza. Infatti, a titolo puramente esemplificativo e non esaustivo, una mail tipo potrebbe riportare frasi del tipo: se non si inseriscono i seguenti dati o non si risponde alla mail il proprio account sarà rimosso o chiuso.

E’, altresì, importante verificare il link e il mittente della mail prima di cliccare ed inserire i propri dati personali e usare solo connessioni sicure e protette evitando wi-fi pubbliche senza password di accesso. Si consiglia, infine, di non condividere con facilità i propri dati perché gli enti o gli istituti bancari non chiederanno mai di inserire informazioni private tramite mail.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Iscriviti alla newsletter

Informativa privacy per newsletter Ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (EU) 2016/679, ti informiamo che i tuoi dati personali, da te liberamente conferiti, saranno trattati da 4Business Editore srl, prevalentemente con mezzi informatici... leggi tutto