Cerca
Close this search box.

Il magazine dedicato alla sicurezza e all'innovazione tecnologica

Cerca
Close this search box.

di:  

black friday

Black Friday: previsto aumento del 400% di attacchi informatici

Gli esperti di Ermes Browser Security prevedono un incremento del 400% degli attacchi informatici, phishing e smishing, in occasione del Black Friday. Nel mirino i principali market place del mondo, come Amazon e Ebay.

Black Friday 2023: Ermes Security prevede un boom di cyber attacchi

Il Black Friday è arrivato. Ad attendere milioni di consumatori come sempre ci sarà un’ondata di sconti, promozioni e offerte, ma, purtroppo, anche di attacchi informatici. A confermarlo è l’agenzia Ermes Browser Security che, basandosi sui dati del 2022 e di quest’anno, ha delineato le previsioni per il 2023.

Secondo gli esperti della sicurezza informatica, in occasione del fatidico “Venerdì Nero”, fissato per il 24 novembre, c’è da aspettarsi un incremento del 400% degli attacchi hacker. Uno scenario che si era già manifestato a luglio, in concomitanza con i Prime Days di Amazon. Tra giugno e luglio, infatti, Ermes registrò un aumento del 28% dei cyber attacchi nei confronti del colosso e-commerce americano. Ovviamente, anche per il Black Friday, nel mirino dei criminali informatici ci saranno i big player del mercato, come Amazon e Ebay, ma anche Temu e Shopee che stanno mostrando una crescita costante.

Ma non solo, gli hacker stanno utilizzando anche i nomi dei grandi siti logistici per simulare spedizioni e consegne. Ne è un esempio l’incremento del 72% degli attacchi informatici mirati alle Poste Italiane, verificatosi a settembre ed ottobre e rilevato dagli esperti di Ermes.

Ermes: attacchi 10 volte più efficaci rispetto al passato

Nel corso degli anni, le principali agenzie di cybersicurezza del mondo, non solo hanno registrato un incremento degli attacchi informatici a livello globale, ma anche un aumento della pericolosità degli stessi.

Le previsioni rilasciate da Ermes parlano di attacchi hacker 10 volte più efficaci rispetto a quelli del passato. Grazie all’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale, come ad esempio ChatGPT, i criminali informatici riescono a creare messaggi ingannevoli sempre più convincenti. Gli attacchi di phishing e smishing sono diventati più sofisticati e personalizzati e sempre più difficili da distinguere dai messaggi reali. Lo stesso discorso vale anche per gli attacchi che sfruttano la tecnica dello spoofing, che consiste nel veicolare l’utente verso un sito malevolo “travestito” da autorevole.

Dalle previsioni emerge un quadro sempre più preoccupante, che inevitabilmente peggiora durante questi periodi di maggiore traffico, quando gli utenti sono più suscettibili ai messaggi che promettono offerte e sconti.

“È fondamentale educare gli utenti a riconoscere i segni di smishing e spoofing e implementare soluzioni di sicurezza robuste” ha commentato Lorenzo Asuni, CMO di Ermes Cyber Security. “Le aziende dovrebbero rafforzare i protocolli di autenticazione e aumentare la consapevolezza sulla sicurezza durante i periodi di vendita: solo in questo modo si potrà infatti contrastare l’azione degli hacker che hanno a loro disposizione possibilità di perfezionare i loro attacchi”.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Iscriviti alla newsletter

    La tua email *

    Numero di cellulare

    Nome *

    Cognome *

    *

    *

    Inserisci sotto il seguente codice: captcha